Info e prenotazioni: +39 320.2147980

LUNGOMARE REGGIO CALABRIA

Il Lungomare Falcomatà (all'ex sindaco intitolato dopo la scomparsa) è diventato lo spazio più rappresentativo della città, centro di una intensa stagione turistica estiva e polo della vita culturale tra il Museo della Magna Grecia, il rinnovato ruolo a sede espositiva di Villa Genovese Zerbi, la sede del Rettorato dell’Università degli Studi Mediterranea, e la vocazione ricettivo-alberghiera degli edifici che su di esso si affacciano.

IL MUSEO

I corpi vigorosi, la fierezza eroica, lo sguardo orgoglioso: dall’alto dei loro 2500 anni di vita, i bronzi di Riace, esposti al Museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria, continuano ad affascinare il mondo. Era il 16 agosto 1972 quando le acque restituirono il ricco bottino inghiottito in tempi e circostanze ancora misteriose. Sono serviti anni di ricerche, studi ed un accurato restauro per riportarli alla loro antica magnificenza.

IL TEATRO CILEA

La storia del teatro reggino affonda le radici negli anni '20. La struttura vanta una tradizione fastosa, ospitò anche Maria Callas, e fu progettata e realizzata proprio sul finire del secondo decennio dello scorso secolo. Lo stile classico e sobrio, un foyer elegante, il grande sipario rosso sul proscenio seppur di piccole dimensioni, il Teatro “Cilea” si presenta raffinato nell’architettura e negli arredi soprattutto dopo il restauro che lo ha restituito dopo oltre un decennio alla città.

IL CASTELLO ARAGONESE

II Castello aragonese è considerato, insieme ai Bronzi di Riace, quasi il simbolo della città di Reggio. La sua origine come fortificazione, probabilmente, è molto precedente al castello vero e proprio. La costruzione di un vero e proprio castello probabilmente avvenne solo durante il lungo regno di Federico II di Svevia, quando l'autorità imperiale dovette provvedere ad un organico sistema difensivo statale del Regno di Sicilia. Oggi il Castello, recuperato alla cittadinanza, ospita mostre e rassegne d'arte.